In una primavera di incertezze, l’Osteria al Cantinì è una garanzia!

Amici, anche se è tanto che non ci vediamo a volte ci sembra di sentirvi: non se ne può più della pandemia, della confusione, delle informazioni disordinate come i vestiti nel nostro povero armadio in questo strano cambio stagione.

Sì, sì, ci trovate pienamente d’accordo.

Tra chiusure e riaperture, riaperture e richiusure, coprifuochi, apericene all’aperto alle 17, e questo tempo che non ha ancora capito se siamo a gennaio o alla fine di maggio, è tutto incredibilmente incerto!

Ma c’è una certezza a cui possiamo aggrapparci con fiducia, un pensiero autentico che in ogni circostanza ci fa tirare un sospiro di sollievo e fa nascere un sincero sorriso e spontaneo sui nostri volti: il pensiero di poter mangiare e bere bene. E azzeccare il vino perfetto da accompagnare alla pietanza che abbiamo scelto è probabilmente l’apoteosi della felicità. Ne convenite?

Quindi eccoci qui (divagazioni folli a parte), a consigliarvi qualche abbinamento ben riuscito, tra piatti nuovi (e un veterano della nostra Osteria) del Menù per la riapertura e i vini della nostra ricca carta.

Buona scoperta!


Il tortello, un grande classico o un classico grande?

Continuiamo con un primo dal carattere deciso, ma comunque adatto alle prime temperature miti della primavera

Gabriele ha messo in carta un tortello di anatra e coniglio, aglio orsino, sarda di lago e limone. Una vera sinfonia di sapori: il dettaglio che fa la differenza è proprio l’aglio orsino, utilizzato all’interno dell’impasto, che conferisce una leggera sferzata vegetale al piatto. Il ripieno di anatra e coniglio è morbido, gustoso, mentre la sarda e il limone aromatizzano il burro utilizzato per saltare il piatto, dando sapidità e freschezza.

Per questo piatto sopraffino lo Chef suggerisce un Morellino di Scansano docg di Podere Casina, un’azienda tutta a conduzione familiare situata sulle soleggiate colline della Maremma, più precisamente a Grosseto (GR).

Sangiovese quasi in purezza, con un piccolo accenno di Syrah, questo vino risulta di buona struttura e persistenza. Fragrante fino all’ultima goccia e con tannini molto equilibrati. Si accompagna bene ai nostri tortelli, bilanciati e ricchissimi di sapore.


Compromessi ci sentiamo domani, oggi baccalà “superleggero”

Iniziamo con del pesce, che strizza un po’ l’occhio alla stagione calda che quest’anno si fa desiderare.

Chef Gabriele propone un lomo di baccalà in oliocottura con hummus di ceci e asparagi, un piatto davvero leggero, ma ricco di sapori e gusto. Per questo antipasto vi consigliamo una bollicina morbida, magari un Satèn.

Per voi abbiamo pescato dalla nostra vetrinetta un Satèn Franciacorta Millesimato 2016 dell’Azienda Agricola Santus, una piccola cantina situata a Gussago (BS), che da anni lavora in biologico.

Uno Chardonnay al 100%, delicato e morbido, capace, sorso dopo sorso, di pulire il palato dal vegetale dell’asparago esaltando il gusto dei ceci e del baccalà.


Frutta e verdura per concludere in bellezza

È giunto il momento di dare spazio anche alla dolcezza: preparatevi a scoprire uno dei nostri nuovi dessert, che siamo certi vi sorprenderà!

Con le sue sapienti mani, Francesca ha preparato un dolce-non-dolce (massì, è un dolce) per questa primavera incerta: una frolla con cremoso ai frutti rossi e ganache montata alla fava Tonka, guarnita con frutta e verdura di stagione, aromatizzata alla melissa.

Siamo certi che storcerete un po’ il naso, ma cercate di andare oltre ai preconcetti ed ordinatela: questa frolla è una vera bomba!

Qui abbiamo deciso di giocare in casa, e vi proponiamo in abbinamento un Passito Vallecamonica igt, più precisamente il Sant della cantina Rocche dei Vignali, di Losine (BS).

Incrocio Manzoni al 100%, l’uva viene fatta appassire in fruttaio per un paio di mesi, vinificata e poi fatta affinare un anno in barrique. Nasce così un vino dolce ma non stucchevole, dalle notevoli note fresche e sapide, perfetto per accompagnare questo godurioso dolce.


Eh no, non è finita!

Pensavate che avessimo concluso con il dolce. E invece no.

Dedichiamo qualche parola a un abbinamento un tantino inusuale. Abbiamo infatti deciso di trovare un degno accompagnatore alla nostra pizza iconica: la super e inimitabile Cantinì.

Francesca, la pizzaiola questa volta, continua a sfornare con maestria una pizza che è nata (quasi) insieme all’Osteria, ormai più di dieci anni fa. Un impasto semi-integrale fa da base a ingredienti preziosi e mixati sapientemente: crema di zafferano, asparagi, lardo, grana, olive taggiasche e… tanto amore ovviamente: l’esplosione di sapori  non può che essere notevole!

Come italianità vuole, abbiamo subito pensato di abbinarci una birra… ma ci conoscete bene, e sapete quanto sperimentare sia nelle nostre corde! Perciò ci facciamo coraggio, ci lanciamo in questa sfida e vi consigliamo un vino. Sì, un vino per la pizza.

E il nostro consiglio è il Valcamonica Bianco igt Videt, dell’ Azienda Agricola Concarena, di Capo di Ponte (BS).

E più specificamente, vi consigliamo l’annata 2015 (che trovate nella nostra carta). Un Riesling Renano in purezza, fresco, minerale, ma con una buona struttura alle spalle, data dall’annata non recente.

Insomma, un compagno ideale per tutte le emozioni che proverete mangiando la nostra pizza preferita.  


Purtroppo si, adesso siamo arrivati davvero alla fine. E tornando alle certezze della vita, è una certezza anche il divertimento che ci ha accompagnato in questa sperimentazione e nella creazione di questo piccolo vademecum!

Speriamo che incuriosisca anche voi e che, leggendolo, vi sentirete come per magia seduti a uno dei nostri tavoli, consigliati e coccolati al meglio. Pronti a provare tutte le nostre specialità.

Anzi… speriamo che queste parole abbiano scatenato in voi un irresistibile desiderio venirci a trovare, perché, rullo di tamburi: da domani l’Osteria al Cantinì tornerà nuovamente ad accogliervi!

Perciò vi aspettiamo! Questa settimana seguiremo i seguenti orari:
1 + 2 giugno sia a pranzo sia a cena,
giovedì e venerdì solo cena,
sabato e domenica pranzo e cena,
per poi tornare alla nostra riconquistata normalità (lunedì riposo, dal martedì al venerdì solo cena, fine settimana pranzo e cena).

A presto, non vediamo l’ora!

P.s. Siete in possesso di un voucher per esperienza degustazione? Non ci siamo scordati di voi! Potrete usufruire del vostro voucher dalla riapertura; la scadenza sarà prolungata sino a fine 2021.

Ultima ma non ultima cosa importante, seguite tutti i nostri aggiornamenti sui nostri profili Facebook e Instagram e, se vi va, consigliate la nostra newsletter agli amici!

Un abbraccio!

abbinamenti, ricette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi seguire facilmente le nostre storie?
Iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla nostra Newsletter
per restare sempre aggiornato

Ci stai cercando?
Eccoti qualche aiuto!

Locale

a Borno / BS
Via Vittorio Emanuele, 15

Orari

Chiusi per ferie
Riapriamo ven 29/10 a cena

Il tuo carrello